ID Bank festeggia il secondo anno di attività a sostegno delle PMI italiane
News

Condividere i risultati conseguiti, premiare chi si è distinto per impegno e passione nel contribuire a far crescere la Banca e nel mettere la sua professionalità a disposizione dei clienti.  Sono stati questi gli obiettivi della seconda edizione di ‘Best Performance Award’, serata, svoltasi a Senigallia, alla quale hanno partecipato i più importanti aggregatori di impresa e partner dell’Istituto Bancario.

ID Bank è una delle realtà più innovative del panorama italiano creditizio per il modello applicato che unisce la grande attenzione allo sviluppo ‘digital’ delle attività bancarie, all’avanguardia nel mondo Fintech, allo strettissimo rapporto con il territorio e con chi vi opera. Principale target di riferimento della banca, le micro e piccole imprese e i liberi professionisti.

Dopo il primo anno di attività, coinciso con il periodo critico dell’emergenza sanitaria, in cui la Banca ha sostenuto i clienti nei momenti più complessi dal punto di vista economico e finanziario, il secondo anno ha visto ID Bank consolidare la fiducia conquistata e stringere i rapporti con il territorio e le imprese, continuando ad essere un supporto costante.

Ospiti d’eccezione della serata, alla quale ha preso parte Giacomo Vitale vice Presidente di ID Bank, i rappresentanti delle Associazioni di categoria e dei Confidi che si sono maggiormente distinti per il valore aggiunto apportato in ID Bank.

A portare un saluto il Presidente di ID Bank Isidoro Lucciola.

Durante la serata sono stati premiati diversi partner per l’attività svolta in collaborazione con la banca: a Confeserfidi è stato consegnato il premio Innovazione, il premio come Miglior Confidi è andato a Confidicoop, mentre quello per la categoria Service Garanzia a Garanzia Etica.

L’esperienza maturata a supporto dell’economia territoriale in questi due anni complessi, è uno stimolo per ID Bank a guardare al futuro con fiducia e voglia di innovare. Gli obiettivi sono semplificare sempre di più il rapporto banca-cliente grazie alla digitalizzazione, ma, nello stesso tempo, mantenere forte il rapporto umano istaurato con imprese e professionisti per una costante crescita reciproca.