Bando Diversificazione dei Mercati 2022
News

La Regione Marche intende supportare le MPMI marchigiane che si ritrovano nell’impossibilità di esportare nei consueti mercati russo/ucraino o di rifornirsi di materie prime e semilavorati provenienti da questi mercati. In particolare la Regione Marche sostiene progetti di investimento orientati alla diversificazione dei mercati al fine di differenziare le quote di esportazione o per identificare nuovi canali distributivi utili alla riduzione dei costi.

 

PLAFOND DISPONIBILE

€ 1.000.000 – linea “Promuovere i processi d’innovazione aziendale e l’utilizzo di nuove tecnologie digitali”.

€ 1.000.000 – linea “Sostegno agli investimenti produttivi al fine del rilancio della crescita economica e della competitività” per le imprese localizzate nell’Area del cratere e zone limitrofe

 

FINALITA’ DEL BANDO

Il bando prevede la concessione di contributi in conto capitale a fondo perduto alle MPMI marchigiane (regolarmente costituite ed iscritte nel registro delle imprese c/o la Camera di commercio, aventi DURC regolare, essere in regola con la normativa antimafia) per la realizzazione di progetti per il conseguimento dei seguenti obiettivi:

  • rafforzare la capacità delle imprese di diversificare clienti e fornitori sui mercati internazionali, sostenendole nell’acquisto di servizi per l’innovazione digitale strategica alla funzione di vendita;
  • sostenere le imprese attraverso il ricorso a servizi o soluzioni strumentali finalizzati ad avviare la presenza all’estero delle MPMI, tramite la progettazione, la gestione e la realizzazione di progetti di investimento su nuovi mercati internazionali;
  • supportare le imprese nell’accesso e/o consolidamento all’economia digitale per incrementare la consapevolezza e l’utilizzo delle possibili soluzioni offerte dal digitale a sostegno dell’export, in particolare lo sviluppo di iniziative di promozione e commercializzazione digitale.

 

PROGETTI E SPESE AMMISSIBILI

I progetti di investimento delle imprese, diretti all’individuazione di nuove opportunità di business nei mercati esteri già serviti e nella ricerca di nuovi mercati e di nuovi fornitori, dovranno prevedere almeno due ambiti di attività tra quelli indicati di seguito:

  • INNOVAZIONE DELLA STRATEGIA PROMOZIONALE: spese per il potenziamento degli strumenti promozionali in lingua straniera, compresa la progettazione, predisposizione, revisione, traduzione dei cataloghi/brochure/presentazioni aziendali; spese di consulenza per la progettazione, creazione di vetrine digitali;
  • TEMPORARY EXPORT MANAGER e DIGITAL EXPORT MANAGER: spese di consulenza volte allo sviluppo delle competenze interne attraverso l’utilizzo di Temporary Export Manager (TEM) e Digital Export Manager (DEM) con una comprovata esperienza (da curriculum vitae) di almeno 3 anni, in affiancamento al personale aziendale;
  • ANALISI E RICERCHE DI MERCATO: spese di consulenza relative ad Analisi per l’individuazione di nuovi mercati e nuovi fornitori, Analisi Economico/Sociale e selezione dei Paesi Target, Analisi per selezione di partners commerciali e clienti finali;
  • SITO WEB AZIENDALE: spese per la creazione, l’implementazione, la traduzione in lingua estera dei contenuti del sito internet dell’impresa e per l’avvio e implementazione di sistemi di assistenza clienti in live chat e instant messenger in lingua estera; spese per shooting fotografici e per video making. Il sito web, la piattaforma, la Landing page, il Marketplace, il sito e-commerce e le app mobile etc. dovranno essere attivi e consultabili al momento della rendicontazione delle spese ed essere redatti nella lingua estera oltre a riportare i loghi previsti per gli interventi cofinanziati con il FESR;
  • MARKETING DIGITALE: spese per lo sviluppo di una strategia di export digitale realizzata, attraverso uno o più canali digitali quali: Digital export assessment, Digital & Brand Strategy per attivare e migliorare l’e-commerce; individuazione e posizionamento del prodotto su Marketplace adeguati, ottimizzazione SEO e Advertising; Lead Generation & Sales Automation; Strategia Web Marketing multichannel; Produzione contenuti per il marketing;
  • BUSINESS ON LINE: spese per l’utilizzo di un market place (spese di avvio dell’utilizzo di un marketplace, spese per l’indicizzazione della piattaforma o del marketplace) e creazione e sviluppo di una piattaforma e-commerce proprietaria (creazione, acquisizione e configurazione della piattaforma, componenti hardware e software per la gestione degli ordini, circuiti di pagamento, servizi cloud, integrazione con ERP, CRM, AI e realtà aumentata, creazione e configurazione di app). Il sito web, la piattaforma, la Landing page, il Marketplace, il sito e-commerce e le app mobile dovranno essere attivi e consultabili al momento della rendicontazione delle spese ed essere redatti nella lingua estera, oltre a riportare i loghi previsti per gli interventi cofinanziati con il FESR;
  • SOCIAL MEDIA MARKETING: spese per azioni di social media marketing incluso l’utilizzo di influencers, digital advertising (ad es. Google Ads), per campagne di sponsorizzazione nei mercati individuati nel progetto, per storytellers e storytelling che promuovano l’azienda nei mercati prescelti. Sono inoltre ammesse le spese per la realizzazione di video aziendali se l’attività è realizzata in lingua estera e se è coerente con i paesi target individuati.

Le spese ammissibili sono quelle effettuate a partire dalla data del 24/02/2022 (data di inizio della crisi russo-ucraina): il programma di investimento dovrà essere ultimato entro 6 mesi dalla data del decreto di concessione del finanziamento.

 

TERMINI E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 16/05/2022 ed entro le ore 13.00 del 15/07/2022, redatte esclusivamente on line sulla piattaforma SIGEF previo rilascio delle credenziali di accesso al sistema informatico. Sito: https://sigef.regione.marche.it